Acciaierie d’Italia, le magie di Lucia Morselli: trasforma le ferie in cassa integrazione. USB chiede l’immediato passo indietro

Taranto -

A fronte delle dichiarazioni del ministro del Lavoro Andrea Orlando circa il prossimo invio nello stabilimento siderurgico jonico di ispettori al fine di operare una serie di verifiche, l’ad Lucia Morselli rilancia e lo fa trasformando le ferie già programmate in cassa integrazione.

Una notizia già trapelata attraverso l’ufficio del Personale, poi confermata dai responsabili di area. Si tratta delle ferie estive, già richieste e autorizzate che dopo la programmazione vengono convertite in ore di cassa integrazione. Inammissibile se si pensa inoltre che alcuni lavoratori hanno come ferie ancora da utilizzare 300/400 ore, e se si considera che questo comporterà una decurtazione considerevole dallo stipendio. 

Nonostante le numerose denunce fatte, si continua ad avere risposte poco chiare, e comunque a favore dell’azienda. L’Unione Sindacale di Base ritiene indispensabile un tempestivo passo indietro affinché non si consumi l’ennesimo sopruso sulla pelle dei lavoratori.

Alla politica, in vista del vertice in programma per il 26 luglio a Roma, l’USB chiede una presa di posizione decisiva di fronte alle fantasiose e ridicole ricostruzioni della Morselli che disegna una fabbrica modello.

Esecutivo USB Taranto

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati