Arvedi Trieste: dal tavolo ministeriale rassicurazioni su esuberi zero, adesso lo stato intervenga nei settori strategici dell’industria, verso lo sciopero generale del 29 novembre

Trieste -

Si è concluso da poco il tavolo ministeriale in presenza del Ministro Stefano Patuanelli sulla Ferriera di Trieste in cui sono arrivate le rassicurazioni in merito alla continuazione del percorso di dismissione dell'area a caldo ad "esuberi zero". 

 

Come USB abbiamo dichiarato al tavolo come sia necessario entrare quanto prima nel merito dei numeri del piano industriale (investimenti organici e situazione aziende in appalto) e nei contenuti del nuovo accordo di programma in via di definizione e che a nostro avviso dovrà dare indicazioni chiare del modo in cui le scelte di Arvedi si andranno ad inserire in una logica di sviluppo complessivo del territorio soprattutto in funzione dell'ambito logistico e portuale.

 

Infine abbiamo rivendicato la necessità di un vero protagonismo delle istituzioni in ambito locale e dello stato nella governance industriale del paese, con riguardo al settore siderugico e agli atri settori strategici richiamando la necessità all'idea di una nuova Iri. 

 

Ragioni queste che fanno parte anche delle rivendicazioni di USB a livello nazionale per lo sciopero generale proclamato il 29 Novembre con manifestazione nazionale a Taranto.

 

Sasha Colautti

USB Lavoro Privato

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni