Ex Ilva, USB: tra governo e ArcelorMittal il preaccordo della vergogna 

Taranto -

Apprendiamo che governo e ArcelorMittal hanno sottoscritto questa mattina una preintesa sul futuro dello stabilimento tarantino del gruppo ex Ilva.

Come Unione Sindacale di Base siamo sconcertati dall'atteggiamento del governo, che in prima istanza aveva rifiutato di trattare sul ricatto di ArcelorMittal e oggi invece si arrende alle vergognose pretese della multinazionale, a partire dalle migliaia di esuberi richiesti.

Il prezzo di questa resa sarà pagato per intero dalla città di Taranto e dai lavoratori  del gruppo ex Ilva.

USB e i lavoratori si opporranno con ogni mezzo ai licenziamenti di massa e al governo Conte che si rifiuta di programmare un intervento straordinario per Taranto che rappresenti un'alternativa occupazionale, salariale, di reddito e di rispetto del diritto alla salute e dell'ambiente.

Questa mattina, mentre governo e ArcelorMittal stipulavano il preaccordo della vergogna, USB ha tenuto a Taranto un’affollata assemblea dei cassintegrati ex Ilva. Altre assemblee si terranno nei prossimi giorni per organizzare la risposta dei lavoratori e dei cittadini di Taranto.

Sergio Bellavita USB nazionale

Francesco Rizzo USB Taranto

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni