ILVA: USB PROCLAMA 48 ORE DI SCIOPERO. Rinviata manifestazione del 29 a Roma

I lavoratori non debbono comunque entrare in stabilimento di Taranto che non è in sicurezza

Taranto -

L’USB Lavoro Privato Puglia ha proclamato lo sciopero di tutti i dipendenti dello Stabilimento ILVA di Taranto non interessati dal provvedimento aziendale di "messa in libertà" a partire dalle ore 7:00 di mercoledì 28 novembre fino alle ore 7:00 di venerdì 30 novembre.

Lo sciopero è indetto contro l'ILVA, che non sta rispettando le decisioni della magistratura e non intende finanziare il risanamento della fabbrica e del territorio; contro le decisioni dell'azienda che intende in questo modo intimidire i lavoratori; per un intervento immediato del Governo, che deve convocare tutti i sindacati compresa l’USB; per la nazionalizzazione dell'azienda senza alcun indennizzo, che permetterà il risanamento della fabbrica e del territorio.

L’USB sottolinea che dopo il nubifragio di questa mattina gli impianti di Taranto non sono in sicurezza e che pertanto i lavoratori non devono comunque entrare nello stabilimento.

 

ILVA:  A SEGUITO SCIAGURA TARANTO
USB RINVIA MANIFESTAZIONE PREVISTA PER DOMANI

 

A fronte della grave sciagura che oggi ha colpito gli operai e lo stabilimento ILVA di Taranto, l’Unione Sindacale di Base rinvia a data da destinarsi la manifestazione dei lavoratori ILVA precedentemente indetta per domani a Roma.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni