Sirti, martedì 12 sciopero e presidio al Mise contro gli 833 licenziamenti

Nazionale -

Martedì 12 marzo i lavoratori del gruppo Sirti incroceranno le braccia in tutta Italia contro la decisione vergognosa della direzione di licenziare 833 lavoratori.


A partire dalle ore 12 saranno in presidio sotto al Ministero dello Sviluppo Economico a Roma, dove alle 15 si terrà un primo incontro chiesto da USB e da tutte le organizzazioni sindacali rappresentative.


Chiediamo il blocco dei licenziamenti e la reinternalizzazione di tutte le attività cedute in appalto da Sirti. I licenziamenti non passeranno!


Unione Sindacale di Base Lavoro Privato

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni