Terni: I LAVORATORI PUBBLICI VOGLIONO SCIOPERARE!

LETTERA APERTA AL SINDACO DEL COMUNE DI TERNI E PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TERNI.

Terni -

Egregio Signor Sindaco del Comune di Terni e Presidente della Provincia di Terni,

la pesante crisi che sta colpendo la nostra città, con la riduzione dei posti di lavoro annunciata da AST, non lascia indifferenti i dipendenti comunali e provinciali, che intendono stringersi attorno ai lavoratori ed alle lavoratrici dell'Acciaieria per dimostrate tutta la loro solidarietà.

Purtroppo, tale volontà viene inibita da una legge, la 146 sulla regolamentazione del diritto di sciopero, che impedisce ai lavoratori pubblici di partecipare alla giornata di mobilitazione del 17 p.v., per carenza di termini di preavviso.

Questa limitazione suona ancora più insopportabile, in considerazione del fatto che sarà un'intera città ad essere in piazza con i lavoratori e le lavoratrici dell'AST.

Per questo siamo formalmente a richiedere che venga concesso un congedo non retribuito a tutti quei dipendenti del Comune e della Provincia che intendano partecipare alla manifestazione di venerdì 17, nel rispetto dei contingenti minimi previsti dalla normativa.

Contestualmente, siamo a chiedere che il corrispettivo delle mancate retribuzioni venga fatto confluire, con le modalità che le Amministrazioni riterranno più congrue, in una cassa di resistenza a favore dei lavoratori e delle lavoratrici AST.

Siamo certi che, cogliendo lo spirito solidale della proposta, non farà mancare il Suo apporto e quello dell'Amministrazione comunale e provinciale da Lei presiedute.

La Federazione provinciale di Terni

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni