Wartsila Italia: una dirigenza spregiudicata per mesi ha raccontato bugie, inaccettabile la dichiarazione di chiusura e di spostamento della produzione

Trieste -

Wartsila Italia ha mentito a tutti. Ha mentito alle istituzioni quando pochi mesi fa ha garantito la sua presenza produttiva sul territorio di Trieste e la garanzia della continuità occupazionale. Ha mentito ai lavoratori e a chi li rappresenta, raccontando di un futuro roseo e prolifico.

Invece siamo davanti alla solita Wartsila. La multinazionale senza scrupoli che ciclicamente ha messo in esubero personale con una cadenza quasi biennale, riducendo sistematicamente la forza lavoro e accaparrandosi risorse pubbliche per farlo.

Ciò è vergognoso e la politica locale e nazionale deve intervenire immediatamente. Va convocato subito il tavolo al ministero e quest'azienda e la sua dirigenza italiana senza autonomia va rimessa al proprio posto.

Va aperta subito una mobilitazione complessiva per il futuro industriale di Trieste, i lavoratori devono difendere i propri posti di lavoro e la città deve difendere i lavoratori.

USB Federazione di Trieste

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati