Inver Sherwin Williams: se ti opponi ti escludono dalle trattative, chi ha paura di USB?

Bologna -

A seguito della nostra opposizione alle richieste aziendali, la dirigenza della Inver Sherwin Williams esclude i dirigenti della USB Lavoro Privato dalla partecipazione alle trattative aziendali e vieta la loro partecipazione alle assemblee con i lavoratori.

Tutto ciò appellandosi all’accordo interconfederale sulla rappresentanza, voluto anni fa da Confindustria e CGIL CISL Uil: accordo che lascia nelle mani di Confindustria e CGIL CISL UIL di accettare o meno i sindacati, non firmatari degli accordi nazionali, ai tavoli di trattativa con le aziende e alle assemblee con i lavoratori.

Tutto ciò è molto grave e ci fa capire quanto importante sia la presenza di USB nel cercare di difendere i diritti dei lavoratori: facciamo paura e quindi ci escludono dal confronto democratico perché abbiamo espresso le nostre perplessità e contrarietà su alcune proposte aziendali.

Continueremo comunque come delegati USB ad essere presenti agli incontri ed alle assemblee, nonostante l’esclusione forzata dei nostri coordinatori di categoria.  Ci impegneremo a continuare ad informare i lavoratori sull'andamento della trattativa, invitiamo tutte le lavoratrici ed i lavoratori a dimostrare in assemblea il proprio dissenso alle proposte aziendali per costringere l’azienda a tornare sui propri passi, permettendo inoltre nuovamente la presenza di USB agli incontri ed alle assemblee.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati